Era il 23 luglio 2013 e la tv AntennaTre del Veneto nel suo telegiornale riportava dell’inchiesta sul Consorzio Venezia Nuova e gli appalti per il Mose. “Durissima la relazione finale della Guardia di Finanza che accusa: versate tangenti per l’opera e finanziamenti, non sempre leciti, ad associazioni e politici”. Il sindaco Pd Giorgio Orsoni dichiarava: “Contro di me solo fumo per coprire altri. Contributi a me dal Consorzio Venezia Nuova? Non credo, bisogna chiedere ad altri. Sono tranquillissimo”