Ieri sera il malore, poi oggi l’operazione d’urgenza. Marco Pannella è stato sottoposto questa mattina all’alba al Policlinico Gemelli di Roma a un delicato intervento di ricostruzione dell’aorta addominale che, per il momento, lo costringe a rimanere nel reparto di terapia intensiva. Secondo i medici, però, “le condizioni cardiocircolatorie e respiratorie sono stabili con buon equilibrio emodinamico”. Si è trattato – si legge nel bollettino medico – di un “aneurisma dell’aorta addominale, con rottura della branca iliaca sinistra”. L’intervento “di ri-protesizzazione aortica e by pass femoro-femorale” è stato eseguito dall’equipe di Chirurgia vascolare del Gemelli, coordinata dal professor Francesco Snider. Dopo l’intervento è stato trasferito nel reparto di rianimazione e terapia intensiva, diretto dal professor Massimo Antonelli

Tanti gli esponenti del mondo politico che augurano al leader radicale una pronta guarigione. Un messaggio che viene rafforzato dall’affettuoso intervento del capo dello Stato Giorgio Napolitano il quale si è informato sulle condizioni di Pannella esprimendogli piena solidarietà. Proprio il mondo radicale si è stretto attorno al suo capo carismatico: a dare notizia dell’improvviso ricovero di Pannella è stata, infatti, Rita Bernardini sul suo profilo facebook.

Poi è iniziato il tam-tam tra amici e conoscenti. In prima fila i “figli politici” di Panella, ora presenti in tutti gli schieramenti politici, che hanno immediatamente espresso l’incoraggiamento all’anziano leader: “Forza Marco (Pannella)! Non fare scherzi…”, ha scritto Daniele Capezzone, ex radicale, ora con Forza Italia. “Forza Marco!!”, ha commentato su Twitter Benedetto Della Vedova, ora sottosegretario agli Esteri e portavoce di Scelta Civica ma iscritto al Partito Radicale Transnazionale. E, tra i radicali, c’è anche chi ha provato a stemperare il clima: “Pannella stubato est”, ha twittato nel pomeriggio in un maccheronico latino Marco Perduca per spiegare che il “capo” non è intubato. Le sue “condizioni cardiocircolatorie e respiratorie sono stabili con buon equilibrio emodinamico”, ha poi aggiunto in un altro tweet.

In apprensione Emma Bonino. L’ex ministro degli Esteri e protagonista di tante battaglie politiche insieme a Pannella non nasconde l’emozione: “Come tutti – ha commentato laconicamente al telefono – attendiamo buone notizie dall’ospedale”. Tra i primi messaggi di incoraggiamento, a sorpresa, quello di Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia): “Coraggio Marco! siamo tutti Con te”. Ma anche un oppositore, come Pier Ferdinando Casini, si è fatto sentire: “Auguri Marco Pannella. E’ bello continuare a non essere d’accordo con te”. “Forza Marco, ti aspettiamo. L’Italia delle libertà ha ancora bisogno di te”, ha sottolineato Riccardo Nencini, segretario Psi e viceministro delle Infrastrutture. Panella, per ora, non ha potuto ringraziare. Dovrà rimanere sotto controllo in ospedale. L’operazione alla quale è stato sottoposto, da un punto di vista chirurgico, non è tra le più complesse ma l’età del paziente (84 anni il prossimo 2 maggio) spinge i medici alla prudenza. Il leader radicale ha avuto un malore nella serata di Pasquetta; all’alba di martedì 22 è stato subito ricoverato ed operato d’urgenza. Di norma, si attendono 48 ore per sciogliere la prognosi ma – secondo fonti mediche – il quadro clinico lascia ben sperare.