Sono sette in tutto gli emiliano-romagnoli candidati per il gruppo del Pse nella lista di 14 nomi in corsa per le elezioni europee del 25 maggio, nella Circoscrizione Nord Est che include Emilia Romagna, Veneto, Friuli e Trentino. Variegata la rosa di nomi in lista: si va dagli ex ministri Pd Paolo De Castro, titolare dell’Agricoltura nel Governo Prodi e Cecile Kyenge ex ministro dell’Integrazione nel Governo Letta, fino alla giovanissima Elly Schlein, giurista e videomaker 29enne, appartenente all’area civatiana. Andando con ordine, dietro alla capolista Alessandra Moretti, si trova l’eurodeputato uscente e presidente della Commissione Agricoltura e sviluppo Rurale al Parlamento europeo De Castro. Segue Cecile Kyenge, modenese, che porterà con sè in campagna elettorale i temi legati ai diritti civili. Si candida, invece, ad un secondo mandato il cuperliano Salvatore Caronna, già segretario regionale del Pd Emilia Romagna. In quota Psi, in seguito all’accordo nazionale tra democratici e socialisti, si candida invece il sindaco di Codigoro (Ferrara) Rita Cinti Luciani. In corsa anche il consigliere regionale del Pd Emilia Romagna Damiano Zoffoli, ex sindaco di Cesenatico e presidente della commissione Ambiente di Viale Aldo Moro. Una candidatura, la sua, che rappresenta la Romagna e che è stata di fatto preferita all’ipotesi di far scendere in campo il bolognese, anch’egli renziano della prima ora, Benedetto Zacchiroli. Elly Schlein è invece il segnale, forse, di maggiore novità. Civatiana di ferro, è stata una delle sostenitrici della campagna Occupy Pd e siede nella direzione nazionale del partito. Chiude la lista il capogruppo del Pd nel consiglio comunale di Parma, Nicola Dall’Olio, avamposto Democratico nella città ducale guidata dal sindaco eletto nel Movimento 5 stelle Federico Pizzarotti.

Una lista che vede diversi nomi legati alla sensibilità per i temi ambientali, ma pensata anche per attrarre gli elettori più giovani che il partito vorrebbe riavvicinare a sé. Alle ultime elezioni europee del 2009 il Pd elesse nella circoscrizione Nord Est 4 candidati, ma questa volta l’obiettivo, auspicano i dirigenti, è di raggiungere quota 5 parlamentari. La presentazione ufficiale delle liste avverrà il 15 e 16 aprile, ultimi giorni dunque per limare il calendario degli appuntamenti elettorali che vedranno i candidati europei accanto ai candidati a sindaco, nei Comuni chiamati a rinnovare consiglio e primo cittadino. Un modo, insomma, per tracciare un legame tra istituzioni continentali e amministrazioni locali. Il tutto in attesa della visita in regione del premier e segretario del Pd Matteo Renzi, che dovrebbe arrivare a Bologna a maggio. Ultime limature anche per la lista dei candidati Ncd emiliano romagnoli che corrono al fianco dell’alleato Udc. Per il momento, i nomi degli alfaniani in corsa sarebbero 4: il consigliere comunale di Forlì Alessandro Rondoni in rappresentanza della Romagna, l’ex parlamentare, prima Pdl poi Montiano di Lista Civica e ora esponente del Ncd Giuliano Cazzola per Bologna, più due giovanissimi, ovvero il consigliere comunale di Reggio Emilia Cristian Immovilli e Cristiano Calori, classe 1986, di Traversetolo in provincia di Parma. L’Udc dovrebbe schierare, invece, il Neuropsichiatra infantile e responsabile del comitato tecnico-scientifico di Fanep Emilio Franzoni.

Si lavora anche ai nomi dei candidati del Carroccio che, spiega il consigliere regionale dell’Emilia Romagna Manes Bernardini “qualora dovessero essere confermati i sondaggi, potrebbe replicare l’ottimo risultato del 2009” conquistando fino a 3 seggi. Ancora da definire, dunque, gli esponenti in lista che dovrebbero comparire dietro al nome di Matteo Salvini che sarà capolista in tutte e cinque le circoscrizioni d’Italia. Per ora è certo solo che la parte del leone nella lista di circoscrizione interregionale sarà svolta dai candidati veneti. Per il Movimento 5 Stelle, invece, a rappresentare Bologna sarà Silvia Piccinini, 30 anni di Crevalcore, risultata la più eletta dell’Emilia Romagna al primo turno di consultazioni on line, con 193 preferenze. In testa con 1.598 consensi al secondo turno si è piazzato invece il reggiano Alessandro Marmiroli, ricercatore di 27 anni. In corsa anche Marco Affronte, biologo marino, 49enne, di Rimini. Affronte ha totalizzato 1.158 voti al secondo turno di consultazioni on line tra i pentastellati. Giulia Gibertoni, 38 anni, ricercatrice rappresenterà Modena. Ancora un emiliano: si tratta dell’ex assessore Francesco Rossi, di Fornovo di Taro, in provincia di Parma, dirigente di 30 anni. Infine Anna Rossi, insegnante 54enne di Cesena, (755 voti al secondo turno) che subentra alla parmigiana Roberta Cecchin che ha rinunciato alla candidatura dopo aver totalizzato 837 voti al secondo turno.

Al debutto, infine, la lista ‘L’Altra Europa con Tsipras‘ che nel nome del leader greco di estrema sinistra, dovrebbe schierare tra gli altri l’attore romagnolo Ivano Marescotti e Isabella Cirelli, presidente del Comitato articolo 33 che promosse il referendum di Bologna contro i contributi pubblici alle scuole private. Nella stessa lista anche l’ex segretario provinciale del Prc di Modena Stefano Lugli, che, dice, “rappresenterà a Bruxelles le richieste dei territori colpiti dal terremoto di maggio 2012”.