Un Paese fermo come un paracarro e il primo ministro che sembra Mariolina Cannuli, la storica annunciatrice Tv della Rai. L’allarme, scusandosi con la presentatrice per l’irriverente confronto, viene dal blog di Beppe Grillo in una domenica pomeriggio d’estate. “L’Italia è di fronte a un baratro”, scrive il leader del Movimento 5 Stelle, “ma il governo è fermo. Letta, dedito al gioco del Subbuteo, annuncia, annuncia, annuncia. Capitan Findus sembra la versione aggiornata e minimalista della presentatrice televisiva Cannuli (che prego di scusarmi per l’irriverente, per lei, confronto)”. 

Un silenzio e una tranquillità che non possono che peggiorare la situazione del Paese, ribadisce l’ex comico. “C’è una calma piatta come in mare quando non vedi un gabbiano, non c’è un’onda, un refolo di vento prima della tempesta. Che aspettiamo? Siamo falliti e lo neghiamo e affossiamo le imprese con carichi insostenibili come l’aumento dell’anticipo dell’Irap, dell’Ires e dell’Irpef definiti dal ministro dell’Economia Saccomanni ‘Un prestito dei contribuenti che a livello individuale ha un peso molto soft’. Un peso di 2,3 miliardi di euro, soft- soft, una piuma”.

E propone una serie di interventi concreti per smuovere la situazione. “E’ necessario attuare subito, entro l’autunno -prosegue il leader M5S – un’economia di guerra”, a partire dal taglio delle province, di “ogni grande opera inutile come la Tav in Val di Susa e l’Expo di Milano”, degli F35, fino al taglio delle pensioni d’oro. Tutte risorse da destinare “alla defiscalizzazione parziale delle piccole e medie imprese, all’introduzione del reddito di cittadinanza e all’abbattimento del debito pubblico”.

“Qualcuno obietterà che si vanno ‘a toccare’ diritti acquisiti, come nel caso delle pensioni d’oro – conclude Grillo – I diritti acquisiti non sono contemplati più da un pezzo per gli esodati, per i precari, per chi non prenderà mai la pensione. In un’economia di guerra i diritti acquisiti non esistono più”. 

La prima risposta all’uscita del leader M5S arriva su Twitter da Giorgia Meloni, che scrive: “Sul tetto alle pensioni d’oro Fratelli d’Italia ha già depositato la proposta di legge. Devi solo dire ai tuoi di sottoscriverla”.