Per ricordarci che pure in ufficio, non solo a casa, è corretto fare la raccolta differenziata, non lasciare gli elettrodomestici accesi se non serve e non fare un uso spropositato della carta (giusto per citare alcuni comportamenti adottati da chi dimentica che le risorse del nostro pianeta sono limitate) da cinque anni a questa parte esiste una giornata espressamente dedicata. L’appuntamento con il Green Office Day 2013 è venerdì 7 giugno. Cosa si fa in questa giornata particolare? Quello che, a dire il vero, andrebbe fatto ogni santo dì. Ma le ricorrenze, si sa, sono fatte apposta per rinfrescare la memoria.

Semplicissimo il principio sul quale si basa la giornata dedicata alla ecosostenibilità nei luoghi di lavoro: le piccole attenzioni di ciascuno possono contribuire alla salvaguardia del nostro ecosistema. Non ci vuole poi molto per ottenere qualche risultato: il primo passo è la sensibilizzazione delle persone sulle tematiche ambientali. Green Office Day è un’iniziativa spontanea che parte dai lavoratori sensibili all’impatto ambientale: chi ha già uno stile di vita green, quindi, ha il preciso compito di coinvolgere i colleghi nell’adottare sane abitudini. Andare al lavoro in bicicletta, per esempio, oppure scegliere i mezzi pubblici, o ancora condividere l’auto con altri.

Prendiamo il 7 giugno come data simbolica per iniziare con un piccolo passo e continuare poi su una strada colorata di verde: spegnere computer, schermi e stampanti a fine giornata, niente luci accese quando lasciamo l’ufficio, usare carta riciclata e acqua del rubinetto, fare pausa caffè con la tazzina e non col bicchierino di carta, scegliere gli acquisti di gruppo. A pensarci bene di modi per iniziare a comportarsi pensando al bene del pianeta ce ne sono tanti. Meno utile, forse, ma sicuramente allegro e coinvolgente è l’invito a indossare un indumento verde come marchio green da sfoggiare per tutto il giorno.

E siccome la buona tavola a noi italiani piace, ci piacerà anche il tema del Green Office Day 2013. Quest’anno la giornata è all’insegna di “Eco Food”, quindi se in ufficio vi siete portati la frutta a chilometro zero vi meritate un bel 10, ma se in borsa avete uno di quegli snack confezionati dentro la plastica non siete proprio in linea con lo spirito della giornata.

Per questa occasione gli organizzatori hanno pensato di stilare non uno ma ben due vademecum: si tratta di due decaloghi, uno generale e uno dedicato al tema del 2013, da tenere bene a mente e consultare di tanto in tanto, magari quando si ha il dubbio sul cestino da adoperare per buttare una cartaccia o quando si ha la tentazione di mangiare, in pausa pranzo, quel che capita. Diamoci un’occhiata e poi facciamo i giudici (sinceri) di noi stessi: siamo già dei perfetti lavoratori green o sarà meglio ripresentarsi più preparati all’edizione 2014?

www.puntarellarossa.it