“È vero, abbiamo disobbedito a Berlusconi. Oggi siamo un po’ grillini”. È la battuta con cui Denis Verdini (Pdl) lascia il tribunale di Milano dopo l’azione dimostrativa di tutto il gruppo parlamentare del Pdl. “Avevamo deciso di lasciar perdere”, spiega il segretario del Pdl Angelino Alfano sui gradini del Palazzo di giustizia, “ma dopo la nuova visita fiscale, la richiesta di giudizio immediato a Napoli e la decisione di respingere la riunione congiunta dei gruppi parlamentari come legittimo impedimento, abbiamo deciso di disobbedire al presidente”. I parlamentari si sono introdotti nel tribunale, raggiungendo l’ingresso dell’aula del processo Ruby dove Alfano ha portato la sua solidarietà agli avvocati Piero Longo e Niccolò Ghedini. Quest’ultimo però ha chiesto ai parlamentari di andare, spiegando che la loro presenza all’interno del tribunale era “inopportuna”  di Franz Baraggino