Sono in arrivo gli incentivi auto 2013, annunciati dalla Gazzetta Ufficiale del 12 febbraio. A partire dal 14 marzo, sarà possibile richiedere gli ecoincentivi per l’acquisto di auto a gas (gpl e metano), elettriche e ibride con emissioni di anidride carbonica fino a 120 g/km. Possono richiedere le agevolazioni sia le persone fisiche che le persone giuridiche, per i contratti stipulati a partire dal 14 marzo 2013 e fino al 31 dicembre 2015.

Questo il dettaglio per gli acquisti effettuati negli anni 2013 e 2014:

    1) 20 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 5.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

    2) 20 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 4.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

    3) 20 per cento del prezzo di acquisto fino ad un massimo di 2.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Questo il dettaglio per gli acquisti effettuati nel 2015:

    1) 15 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 3.500 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

    2) 15 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 3.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

    3) 15 per cento del prezzo di acquisto fino ad un massimo di 1.800 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

In pratica, il contributo dipenderà dalle emissioni in maniera inversamente proporzionale: minore è il limite di CO2, maggiore sarà il fondo destinato. Sono al momento incentivabili: Chevrolet Volt, Citroen C zero, Citroen DS5 Hibrid4, Fiat Panda (metano), Lancia Ypsilon (metano), Lexus CT 200h, Mitsubishi I-MiEV, Nissan Leaf, Opel Ampera, Peugeot Ion, Renault Fluence, Seat Mii (metano), Skoda Citigo (metano), Toyota Yaris, Toyota Auris, Toyota Prius, Volkswagen Up (metano).

Le agevolazioni per il triennio sono di 120 milioni di euro: 40 milioni di euro nel 2013, 35 milioni per il 2014 e 45 milioni per il 2015. Sarà possibile usufruirne fino all’esaurimento. Secondo l’associazione per i diritti del cittadino, Codici, “sarà una corsa breve e per pochi. Dei circa 40 milioni stanziati per il 2013 dal Ministero Economico, ai privati spetteranno solo 4,5 milioni di euro, che corrispondono a poco più di 2000 vetture. La parte restante, molto grande – afferma Ivano Giacomelli, segretario nazionale dell’associazione – è destinata alle auto aziendali, ai taxi, al car sharing e alle auto a noleggio con conducente”.

Tutte le informazioni sull’iniziativa sono disponibili sul sito www.bec.mise.gov.it/site/bec/home.html, su cui sarà attivata la piattaforma di prenotazione degli incentivi.