In vista delle nevicate previste da domani scatta il Piano neve della Provincia di Modena che quest’anno prevede, tra l’altro, un servizio in più per i cittadini. Entrando nel sito dell’ente, infatti, sarà possibile verificare, grazie alla tecnologia satellitare, il posizionamento e i percorsi dei mezzi spartineve lungo una serie di tratti di strade. Per tenere pulita la rete di oltre mille chilometri di rete viaria sono impiegati 173 mezzi: di questi 127 sono spartineve, di cui 67 in montagna e 60 in pianura. I mezzi spargisale sono 30, piu’ 9 di proprietà della Provincia, di cui 21 in montagna e 18 in pianura, oltre a 7 mezzi combinati. A questi si aggiungono due turbine.

“Già da alcuni giorni – ha sottolineato l’assessore provinciale alle Infrastrutture Egidio Pagani – abbiamo provveduto a spargere il sale su tutta la rete di montagna e abbiamo allertato i nostri mezzi in vista del fine settimana”. “Finora abbiamo acquistato circa 1100 tonnellate per una spesa di circa 120 mila euro, ma complessivamente, ogni abbondante nevicata, costa alla Provincia circa 300 mila euro per l’attività dei mezzi spartineve e spargisale” ha concluso l’assessore. La prossima nevicata, quindi, sarà per la Provincia anche il primo banco di prova del nuovo sistema di gestione satellitare, in via sperimentale, per i 25 mezzi dell’area di Modena. Il Gps permette ai tecnici del servizio provinciale Viabilità di controllare gli spostamenti, ricorda infine la Provincia, snellendo anche tutte le procedure burocratiche e riducendo i costi che lo scorso inverno hanno raggiunto quota 1,7 milioni di euro.