Il segretario della Fiom, Maurizio Landini, e il sindaco di Bari, Michele Emiliano, prima di salire sul palco della festa del Fatto Quotidiano bocciano all’unisono il governo Monti. Per la Fiom “c’è il pericolo di un’emergenza democratica se non si darà la priorità al lavoro”. Mentre il sindaco di Bari invoca le elezioni in autunno: “La ricetta Monti non ha funzionato”