Il Premier risponde alle critiche di Emma Marcegaglia, che aveva definito “pessima” la riforma. “Si prenda la responsabilità di ciò che ha detto – ha replicato al Tg1 Mario Monti – tre mesi fa Confindustria non avrebbe nemmeno sperato che il reintegro fosse limitato ai soli casi di abuso del licenziamento per motivi economici. Noi difendiamo l’interesse generale, loro sono dei sindacati”. Il Presidente del Consiglio rivendica i meriti della riforma del lavoro: “Per la prima volta in Italia si tutela non il posto ma il lavoratore, si favorisce la formazione, si riduce la protezione di chi ha un occupazione regolare aumentando le chance di colore che non un lavoro regolare non ce l’hanno” (leggi l’articolo integrale)