Una manifestazione nazionale programmata per il 31 marzo a Milano, con arrivo in piazza Affari, capitale della finanza nazionale. Questa l’iniziativa del comitato “No debito” contro il governo Monti e la “politica delle banche che sta distruggendo la politica sociale in tutta Europa”. Giorgio Cremaschi, sindacalista e promotore dell’iniziativa, non risparmia critiche a Cgil, Cisl e Uil: “Indipendentemente da quello che decideranno, noi faremo questo corteo per difendere l’articolo 18 ed estendere i diritti sociali” 

di Francesca Martelli