E’ trascorsa una settimana ed ancora portiamo dietro la pesante eredità di Milan – Juventus, si continua a parlarne nonostante le squadre giochino su campi diversi.

Milan

Ci dispiace per Costacurta, oggi commentatore di Sky, che sostiene che la sua ex squadra senza il talento di Zlatan Ibrahimovic giochi meglio. A parte il fatto che è sempre meglio non inimicarsi gente della stazza di Ibra, soprattutto dopo che ieri il numero 11 milanista ha siglato una tripletta al Palermo di Mutti portandosi a casa il pallone.

Lo stesso che pare sia stato poi lanciato contro la finestra del povero Costacurta. Il Milan con la sonora vittoria per 4 a 0 contro il Palermo ritorna in testa alla classifica, dove dall’alto potrà, almeno sino alla partita di recupero della Juventus, sputare sul parrucchino di Conte.

Juventus

Ok, la Juventus dall’inizio del campionato non ha perso una partita, ma ne ha pareggiate ben 12 e quasi tutte contro piccole squadre, e non è mai successo nel campionato italiano che la vincitrice dello scudetto abbia pareggiato più di dieci incontri. Ora che abbiamo costretto i tifosi bianconeri ad un uso improprio delle mani, possiamo dare uno scoop.

L’Ad della Fiat Sergio Marchionne ci ha rilasciato la seguente dichiarazione “ La Juve rimane in Italia solo alle nostre condizioni : scudetto garantito e partire sempre da un gol irregolare a 0”. Non c’è stata una risposta ufficiale del Governo ma da quel che è accaduto in campo nelle ultime partite possiamo facilmente intuire che l’accordo è stato raggiunto in gran segreto.

Roma-Lazio

Il Derby di Roma è un occasione speciale ed unica, è la seconda causa di morte da infarto a Roma, la prima è quando Alemanno dichiara lo Stato di Emergenza. La Roma di Luis Enrique è si un progetto, ma nel senso italiano del termine, cioè un eterna promessa dalla difficile realizzazione. A fine partita Luis Enrique ha dichiarato “ Non so cosa ho fatto per meritarmi questa merda” riferendosi alla sfortuna, stessa cosa hanno dichiarato i tifosi della Roma riferendosi però a Luis Enrique.

La Lazio ha vinto più o meno meritatamente, nel senso che, pur giocando in undici contro 10 tutta la partita non ha mai esposto una chiara supremazia, forse su preciso ordine di Lotito, l’unico uomo allo stadio che comunque vada la partita è felice. Grande soddisfazione anche per Mauri, autore del gol del 2 a 1,  dopo 5 mesi ha festeggiato il suo ritorno alla vittoria. Come lo prende lui il picchetto, nessuno mai.

Inter

Vi diamo una notizia che ha dell’incredibile. L’Inter ieri non ha perso, abbiamo fonti certe che giurano che questa notizia sia attendibile, verificheremo. Intanto sull’oltre Manica, Roman Abramovich, appena ha saputo che l’Inter voleva il suo allenatore Villas Boas, non ci ha pensato un secondo a liberarglielo. Addirittura sembra che gli abbia  già comprato la tuta dell’Inter e gli ha preso in affitto un appartamento a Corso Sempione. Il messaggio è chiaro “Moratti è tutto tuo!”.

Matteo Pontes

@MatteoPontes on Twitter