Si aggrava la situazione dei trasporti e delle possibili vittime in Giappone. L’agenzia Kyodo News riferisce che sono quattro i treni di cui si sono perse le tracce lungo la costa orientale, tra le stazioni di Nobiru e Sendai, un altro convoglio invece e’ deragliato. Non è ancora chiaro al momento il numero di passeggeri che si trovavano a bordo ne quante vittime o feriti ci siano. E’ probabile che ci siano aggiornamenti nelle prossime ore.

Più grave la situazione in mare: lo tsunami scatenato dal terremoto ha letteralmente spazzato via una nave passeggeri con a bordo un centinaio di persone. Le onde sismiche hanno provocato la formazione di onde anomale alte dai 4 ai 10 metri. Anche in questo caso non si conosce il numero di eventuali persone disperse o ferite.

Il ministero della Difesa nipponico ha deciso l’invio nelle zone più colpite dal sisma 300 aerei e 40 navi. La polizia nazionale ha dislocato circa 8.000 uomini.