Dodici nuove ordinanze di custodia cautelare dalla Procura della Repubblica di Milano nel prosieguo delle indagini sul clan ’ndranghetista dei Valle, che agli inizi di luglio avevano gia’ portato all’arresto di 15 persone e al sequestro di beni per alcuni milioni di euro. Le ordinanze, emesse dal gip di Milano Giuseppe Gennari, sono state eseguite stamani dalla Squadra mobile di Milano, in collaborazione con il Servizio centrale operativo della Polizia di Stato e con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia.

L’indagine della Mobile ha permesso di formulare nuove ipotesi di reato, quali associazione mafiosa, estorsione, usura, riciclaggio, intestazione fittizia di beni e favoreggiamento, tutte aggravate dalla finalità di favorire un’organizzazione di stampo mafioso per nove delle 12 persone colpite dall’ordinanza, che si trovavano già in carcere a causa dell’operazione del primo luglio scorso. Altre tre custodie cautelari riguardano invece persone nuove, tra le quali anche un avvocato, Luciano Lampugnani accusato di tentata estorsione e riciclaggio, con l’aggravante di aver favorito l’associazione mafiosa.