Il Messico può festeggiare: all’Arena Pernambuco di Recife il Tricolor batte 3-1 la Croazia, guadagna il secondo posto nel girone A e accede agli ottavi di finale dove affronterà l’Olanda. Succede tutto nella ripresa: a segno Marquez, Guardado e il Chicharito Hernandez, inutile il gol nel finale di Perisic. Gli uomini di Herrera chiudono con 7 punti, tanti quanti il Brasile, ma la differenza reti premia i verdeoro, che passano come primi.

Il Messico conferma la formazione della vigilia, nell’undici titolare croato torna invece Vrsaljko al posto di Sammir, con uno schieramento più coperto rispetto alla larga vittoria con il Camerun. La squadra di Kovac parte bene ma al 16’ la prima vera occasione è del Messico con Herrera che colpisce una clamorosa traversa con un sinistro da fuori. I centroamericani crescono e sprecano poco dopo un’ottima chance con Peralta davanti a Pletikosa. Pur dominando nel possesso palla i croati faticano a rendersi pericolosi in avanti, con Mandzukic troppo spesso isolato contro la retroguardia messicana.

La ripresa si apre senza cambi e con il Messico in grado di controllare le timide iniziative croate. Kovac gioca la carta Kovacic ma sono i centroamericani a crescere di intensità. Prima reclamano un rigore per un fallo di mano di Srna poi trovano il vantaggio al 72′ grazie allo stacco in area di Rafa Marquez. I croati accusano il colpo e nel giro di pochi minuti subiscono altri due gol, con Guardado (75′) ed Hernandez (82′), subentrato dalla panchina. Nel finale nervoso la Croazia prima accorcia le distanze con Perisic (87′) poi resta in dieci per l’espulsione di Ante Rebic.

Il Messico festeggia il passaggio agli ottavi di finale, secondo dietro al Brasile nel girone A solo per la differenza reti, confermando il traguardo già raggiunto nelle ultime edizioni. Affronterà ora domenica a Fortaleza l’Olanda di Van Gaal. Esce invece dal torneo una deludente Croazia, quasi mai pericolosa e incapace di reagire dopo lo svantaggio.