Per il carcere del Pratello di Bologna, il Comune e il ministero della Giustizia stanno studiando due ipotesi: potrebbe essere ristrutturato o spostato in un altro luogo. E’ questo uno dei temi dei quali hanno parlato a Palazzo D’Accursio il sindaco Virginio Merola e il ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri. “Bisogna vedere se ristrutturarlo o immaginare nuove soluzioni- spiega il guardasigilli- dobbiamo fare dei conti ed è sempre la cosa più difficile”. Il Pratello, aggiunge, “è una bella struttura, ma molto fatiscente. I ragazzi non sono tanti e bisogna vedere come organizzarli meglio. Ma siamo a compito assegnato”. Entro fine mese, precisa poi il ministro, “ci incontreremo a Roma con tutto lo stato maggiore per trovare”.

Un’altra proposta del sindaco che Cancellieri prende in considerazione e’ una struttura per le carcerate con bambini.”Mi piacerebbe farla Bologna. Non e’ una esigenza fortissima, perché in tutta Italia per le donne ce ne sono 45- premette il ministro- ed e’ vero che ce n’è una a Venezia e Bologna potrebbe rivolgersi lì dato che e’ semivuota, ma sarebbe bello darne una anche a Bologna”. Quanto ai luoghi da destinare al Pratello ed eventualmente alle mamme, oltre alla possibilità di ristrutturare l’immobile, si potrebbe profilare l’ipotesi di una ex caserma o di uno spazio del Demanio, come aveva ventilato il sindaco qualche settimana fa. Il Comune dovrà infatti presentare dei piani di fattibilità al ministero della Giustizia, che poi prenderà una decisione.