Giornata cruciale per il futuro del governo Letta. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano fa tappa a Milano per la commemorazione dell’amico Luigi Spaventa all’università Bocconi di Milano, consapevole più che mai del peso delle sue parole alla vigilia del vertice con Letta. A margine, gli chiediamo se il Paese sia sotto ricatto del Pdl: “Le pare che possa rispondere a questa domanda?”, ci dice e se ne va. Durante il suo intervento, fa un richiamo forte alla classe politica che ha “perso il rispetto per le istituzioni”. Standing ovation tra il pubblico, quando il presidente si commuove ricordando l’economista, che ha militato tra le fila degli indipendenti di sinistra  di Francesca Martelli