E’ stato scoperto il più piccolo pianeta esterno al sistema Solare mai individuato: si chiama Kepler-37b, è un po’ più piccolo di Mercurio ma un più grande della Luna e orbita intorno a una stella simile al Sole. La scoperta, pubblicata su Nature, si deve a un gruppo coordinato dall’americano Thomas Barclay del centro di ricerca Ames della Nasa.

E’ stato scoperto grazie al telescopio spaziale Kepler, lanciato nel 2009 dalla Nasa proprio con l’obiettivo di individuare nella nostra galassia pianeti rocciosi simili alla Terra in orbita intorno a stelle simili al Sole. Il pianeta impiega 13 giorni per orbitare intorno alla sua stella, che si chiama Kepler-37, probabilmente la sua superficie ha una temperatura di 400 gradi. Secondo i ricercatori, poiché il pianeta è molto piccolo e la sua superficie altamente irradiata dalla luce della sua stella, Kepler-37b è molto probabilmente un pianeta roccioso senza atmosfera o acqua, simile a Mercurio, il pianeta più piccolo del sistema Solare e il più vicino al Sole.

Scoperto con la tecnica dei transiti, che misura la diminuzione della luminosità della stella quando un pianeta transita di fronte ad essa, Kepler-37b risiede in un sistema planetario dove vi sono almeno altri due pianeti, Kepler-37c, un pò più piccolo della Terra e Kepler-37d, il doppio dimensioni della Terra. La scoperta di pianeti extrasolari, spiegano gli esperti, ha contribuito a migliorare le nostre conoscenze sui sistemi planetari e ha mostrato che gli altri sistemi planetari possono essere molto diversi dal nostro. Ma degli oltre 700 pianeti extrasolari individuati finora quasi tutti sono molto più grandi della Terra e gassosi.