Italia loves Emilia. Sarà questo il titolo di un nuovo mega evento musicale italiano per aiutare le vittime del terremoto che ha colpito l’Emilia il 20 e 29 maggio scorsi. Chez Ligabue, dirà qualcuno. Perchè lo sfondo è lo spazio (infinito) che il rocker di Correggio usa per i suoi live oceanici e che, come aveva già preannunciato dieci giorni fa, avrebbe messo a disposizione per un Live Aid non più fatto solo di artisti emiliani, ma composto straordinariamente da musicisti italiani.

Ci saranno, in rigoroso ordine alfabetico: Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Jovanotti, Ligabue Litfiba, Fiorella Mannoia, Negramaro, Nomadi, Laura Pausini, Renato Zero, Zucchero. Questi i grandi artisti che hanno deciso di esprimere solidarietà alla popolazione colpita dal sisma e di aiutare la raccolta dei fondi per la ricostruzione.

Inutile dire che se Italia loves Emilia ha ancora una volta convogliato il meglio della musica leggera italiana, non annovera di nuovo tra le sue fila Vasco Rossi, fresco di polemica con i Nomadi, e ancor di più con Beppe Carletti, ideatore del Concerto per l’Emilia che ieri sera ha fatto segnare quasi 40mila presenze allo stadio Dall’Ara di Bologna.

L’obiettivo del nuovo evento, a cui gli artisti parteciperanno senza percepire alcun compenso, è devolvere l’intero incasso a uno degli obiettivi primari che verranno sottoposti dalla Regione Emilia Romagna che, con il suo presidente Vasco Errani (nominato commissario per la ricostruzione), è promotrice dell’iniziativa. 

A sostenere i costi e a contribuire con ulteriori fondi, saranno alcune tra le più importanti realtà dell’industria privata italiana. I biglietti per il concerto saranno disponibili da giovedì 28 giugno (ore 16.00) in tutte le prevendite abituali. Prezzo: 25,00 euro (senza diritto di prevendita).