“Il ritratto degli uomini e non degli eroi”. Il volto umano e nascosto di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone viene raccontato nel libro Visti da vicino, Aliberti editore, scritto dai giornalisti Francesco Viviano e Alessandra Ziniti. La presentazione a Roma, nella sede della provincia, ha visto la partecipazione degli alti vertici dell’arma dei carabinieri e della polizia di stato. Presente anche il sostituto procuratore di Roma Luca Tescaroli, già pm nel processo sulla strage di Capaci, che ha ricordato i successi ottenuti dallo Stato: “Dalla  cattura dei latitanti alle condanne per la stagione stragista.” Per Tescaroli, però, restano ancora domande senza risposta: “Bisogna capire le ragioni dell’accelerazione della strage di via D’Amelio così come occorre comprendere perché si è fermata la stagione delle bombe quando nuove forze politiche sono subentrate a quelle della prima Repubblica”  di Nello Trocchia