Sulla via di Santiago

Villar de Mazarife

giorno 20

[sharer]

Da me puoi bere e mangiare. Quello che prendi qui è un regalo

David, 42 anni. Spagna

Vivevo a Barcellona. Mi sono separato 15 anni fa e da otto vivo qui. Il cammino è la mia casa. Sono qui perché è la vita che mi ci ha portato. Non voglio possedere nulla. I pellegrini che passano da me trovano da bere e da mangiare. Succhi di frutta, gallette, miele, biscotti, marmellate. Possono prendere tutto quello che c’è, fermarsi per riposare un po’. Non devono pagare niente, ma se vogliono lasciare un’offerta c’è una cassetta con la scritta regalos. Non appartengo a nessuna religione. Per me il senso della vita è questo: vivere. L’uomo è un animale che si preoccupa di quello che vorrebbe possedere. Tutto quello che chiedo, me lo dà la provvidenza.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore