Sulla via di Santiago

O Cebreiro

giorno 25

[sharer]

Il mio cuore brucia di nostalgia

Emanoel, 31 anni. Brasile

Il cammino è stata un’esperienza che ha superato ogni mia aspettativa. Ho deciso di farlo tempo fa, dopo avere letto il libro di Paolo Coelho (Il cammino di Santiago, Bompiani) e visto The Way con Martin Sheen. Quest’anno ho sentito che era arrivato il momento giusto: sto cambiando lavoro e avevo il tempo per farlo. Lì sei a contatto col corpo, con l’anima. Coi desideri più profondi, le persone, Dio. La natura che ti circonda è stupenda e aiuta ad andare avanti, a vedere la bellezza della vita. Camminare sui Pirenei è splendido, così come nelle mesetas o sul Cebreiro. Nel cammino vediamo l’essenza delle persone e la connessione che sentiamo è data dal silenzio. Ho incontrato la tenerezza e l’amore di Dio. Anche oggi il mio cuore brucia perché sente nostalgia del cammino.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore