Sulla via di Santiago

O Cebreiro

giorno 25

Condividi
Il mio cuore brucia di nostalgia
Emanoel, 31 anni. Brasile

Il cammino è stata un’esperienza che ha superato ogni mia aspettativa. Ho deciso di farlo tempo fa, dopo avere letto il libro di Paolo Coelho (Il cammino di Santiago, Bompiani) e visto The Way con Martin Sheen. Quest’anno ho sentito che era arrivato il momento giusto: sto cambiando lavoro e avevo il tempo per farlo. Lì sei a contatto col corpo, con l’anima. Coi desideri più profondi, le persone, Dio. La natura che ti circonda è stupenda e aiuta ad andare avanti, a vedere la bellezza della vita. Camminare sui Pirenei è splendido, così come nelle mesetas o sul Cebreiro. Nel cammino vediamo l’essenza delle persone e la connessione che sentiamo è data dal silenzio. Ho incontrato la tenerezza e l’amore di Dio. Anche oggi il mio cuore brucia perché sente nostalgia del cammino.

O Cebreiro

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×