Sulla via di Santiago

San Juan de Ortega

giorno 12

[sharer]

Non ho aspettative, ma non so se sia normale

Andrea, 21 anni. Italia

Non so perché sono qui. Penso siano state tante piccole cose a incuriosirmi. Il cammino è un’opportunità per conoscere me stesso e per incontrare persone e culture diverse dalla mia. Se ho aspettative? No, ma continuo a chiedermi se sia normale non avercene. Posso dire di essere felice e fortunato. A volte si viene qui per un motivo particolare. Io non ce l’ho. Voglio soltanto godermi il viaggio, le chiacchiere, le sorprese che ti riservano gli altri. Incontro di continuo persone nuove, eppure sto camminando già da alcuni giorni con due ragazze americane e un danese. Non so, mi trovo bene con loro, non sento l’esigenza di staccarmi. Sono una persona che si affeziona facilmente, ho bisogno della compagnia degli altri.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore