Cronaca

Maltempo in Sardegna, a Olbia esonda Siligheddu: case evacuate e strade chiuse

Il sindaco ha chiesto ai cittadini di non uscire di casa e ha proclamato lo stato di emergenza. Demolito un ponte già distrutto dall'alluvione del 2013. Il ciclone mediterraneo che ha colpito l'Isola si sposta sul Mar Ligure portando i temporali su altre regioni

Il maltempo si abbatte sulla Sardegna. La città più colpita dal passaggio del ciclone mediterraneo è Olbia dove ormai piove da oltre 12 ore. Il Rio Siligheddu è esondato in diversi punti. Per sicurezza sono state chiuse alcune strade, come la statale 127, che collega Olbia a Tempio, dal chilometro 6 al chilometro 10. Diverse abitazioni sono state fatte evacuare in zona Bandinu, uno dei quartieri più colpiti nell’alluvione del 2013 e Sa Minda Noa. Mentre è stata ordinata la demolizione di un ponte demolito già dalle piogge di due anni fa. Oltre al Rio Siligheddu sono straripati il Rio San Nicola e il Rio Gadduresu. Ferrovie ha sospeso per precauzione la circolazione dei treni tra Olbia e Ozieri-Chilivani.

“I cittadini non devono uscire da casa, abbiamo bisogno di svolgere le operazioni di assistenza e soccorso alle persone. Una volta che ci si mette in sicurezza nei piani alti, si rimanga a casa. Non si deve andare in giro a fotografare i canali, è pericoloso, dobbiamo attivare una sorta di coprifuoco”, questo l’appello del sindaco Gianni Giovannelli che ha dichiarato lo stato di emergenza e annunciato la “chiusura di tutti gli uffici pubblici non comunali” anche per venerdì 2 ottobre. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha seguito gli sviluppi della esondazione, in contatto continuo e diretto con il capo del dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, e con il presidente della regione Sardegna, Francesco Pigliaru. Durante la notte, su tutta l’Isola, l’allerta è stata massima, ma per fortuna non si sono registrati disastri per il passaggio di un ciclone che ha fatto scattare l’allarme rosso da parte della protezione civile. Molti comunque i disagi, gli allagamenti di case e le strade chiuse al traffico in varie zone a causa delle forti piogge soprattutto nel Nuorese, in Ogliastra, in Gallura e nel Cagliaritano.

Il ciclone mediterraneo che ha raggiunto l’Italia dalla Sardegna si sposterà sul Mar Ligure. E’ la previsione della redazione web del sito www.ilmeteo.it che conferma per oggi condizioni di forte maltempo sull’Isola, soprattutto su Oristanese, Medio Campidano, Olbiense, Nuorese, Ogliastra e Cagliaritano. I temporali interessano anche il Lazio, mentre le piogge non risparmiano Toscana, Umbria e Marche. Temporali anche su gran parte delle province della Sicilia. In serata peggiora su Liguria di Ponente e Piemonte con piogge intense e locali nubifragi in nottata. “Le piogge non cesseranno su alcune regioni anche nei prossimi giorni – annuncia Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.ilmeteo.it – Nel corso del weekend infatti, se il tempo migliorerà al Centro e al Sud, le piogge continueranno su Piemonte, Liguria e domenica giungeranno temporali su gran parte del Nord e Toscana. Inizio di settimana instabile al Centro-Nord, poi avremo un periodo un po’ più stabile”.

Ilfattoquotidiano.it consiglia:

Vai alla homepage
Leggi tutti i commenti