La “guerra del teschio” continua. C’è stata una sentenza di primo grado, una di appello e poi la Cassazione. Ma non basta, ora ad occuparsi di quel che resta del cranio di Giuseppe Villella saranno le Corti di giustizia europee, e, se non dovesse bastare, anche gli organismi dell’Onu per i diritti umani. L’ingegner Domenico […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Fed e il taglio dei tassi: il placebo che si somministra dall’inizio d’anno

prev
Articolo Successivo

Odissea in Antartide, un astrofisico in missione tra i ghiacci per capire il calo demografico delle stelle

next