L’Ilva, il polverino d’altoforno (non pericoloso) e una discarica in provincia di Siracusa. In questa storia, il minimo comune denominatore è l’avvocato Piero Amara. Non è scritta da nessuna parte, e non la troverete negli atti delle inchieste, perché viene fuori solo se, carte alla mano, si mettono insieme documenti e atti, collegando ad uno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Una Madam tra i bolliti del pallone

prev
Articolo Successivo

Nuovo terremoto in Unicost, si dimette il pubblico ministero Alessandro Riello

next