L'intervento

Io, magistrata, e le mie colleghe: siamo più degli uomini, ma “comandano” sempre loro

Barbara Perna è in servizio presso la sezione fallimentare del Tribunale di Roma. Oggi esce in libreria, per Giunti, il suo romanzo d'esordio, “Annabella Abbondante”, un giallo comico incentrato sulla figura di una giudice fallimentare di Montepulciano, originaria di Napoli, 38 anni e una taglia 48. Una figura risolta, simpatica, brillante, intelligente, che non cede agli stereotipi. Abbiamo chiesto all'autrice di raccontarci la condizione femminile in un mondo che fino a pochi anni fa era assoluto appannaggio maschile. I numeri parlano chiaro: nel 2020 le giudici erano 5.308 su un totale di 9.787 (54%). Ma negli incarichi direttivi le percentuali si ribaltano: 28,60% contro 71,40%

Di Barbara Perna*
15 Settembre 2021

Sono in Magistratura oramai da 22 anni. Sono entrata precisamente il 12 luglio del 1999, come dimenticarlo? Il mio concorso è stato uno dei primi in cui il numero delle donne ha superato, sia pure di poche unità, quello degli uomini. Al momento del mio ingresso in magistratura, era ormai già una decina di anni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione