Non sempre la più famosa “notte delle stelle cadenti” rimanda a ricordi altrettanto rasserenanti. Il cinema ne è lapidario testimone attribuendo a La notte di San Lorenzo la rievocazione di un evento tutt’altro che positivo, anzi decisamente drammatico. A firmare nel 1982 con l’omonimo titolo una delle loro migliori opere sono Paolo e Vittorio Taviani, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Al posto della casa trova la Conad: ennesima truffa ai danni dei turisti

prev
Articolo Successivo

Basquiat, inno alla gioia della (totale) ribellione

next