“Ribelle”, “pittore primitivo”, “carismatico”, “bellissimo”, “arrabbiato”, “indomabile”, “selvaggio”, “talentuoso”. È dalla viva voce dei suoi amici, di chi gli è stato accanto e gli è sopravvissuto, di chi lo ha amato e aiutato a farsi strada, che viene raccontato Jean-Michel Basquiat nel documentario che Sky Arte manda in onda domenica 12 agosto alle 21.15 in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I Taviani nella notte dei cristalli cadenti

prev
Articolo Successivo

L’acqua è sempre più azzurra. E la Quadarella vince il 3° oro

next