Catone come Salvini: l’ossessione per il “nemico”

Catone come Salvini: l’ossessione per il “nemico”

Si racconta che Catone il censore fosse ossessionato da Cartagine, tanto ossessionato dalla mortale nemica di Roma. Eppure, ai suoi tempi (metà II secolo a.C.) la potenza punica era ormai sostanzialmente inoffensiva, dopo la seconda sconfitta a opera di Scipione l’Africano. Ciononostante, il leader conservatore, continuava a porre la questione all’assemblea senatoria, tanto da concludere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.