/ di

Orazio Licandro Orazio Licandro

Orazio Licandro

Docente universitario e politico

Professore ordinario di Diritto romano, insegno all’Università Magna Graecia di Catanzaro e alla Sapienza di Roma. Sono stato deputato Pdci nella XV legislatura, capogruppo Pdci in Commissione Antimafia e in Commissione Affari costituzionali. Attualmente sono assessore alla Cultura e al Turismo del comune di Catania. Sono sposato con Daria Spampinato, 3 (tre!) figli (Dimitri, Mirko e Sveva), e mi trovate a Catania, a Catanzaro, a Roma o in giro per l’Italia, ma mai senza libri.

Articoli In Edicola di Orazio Licandro

Società - 11 Febbraio 2019

Caligola, il taglio dei parlamentari nell’antica Roma

Da anni si afferma l’opportunità di ridurre il numero dei parlamentari; diversi sono stati i tentativi e le proposte, tuttavia senza approdare mai a nulla (a cominciare dal disastroso esito referendario sulla riforma Renzi). Ecco perché, nonostante sia convinto che i problemi veri del nostro parlamentarismo siano ben altri che qualche centinaio di parlamentari da […]
Commenti - 28 Gennaio 2019

Caso migranti: lezione di Virgilio per il ministro

Qualche giorno fa, su una rete televisiva nazionale, il ministro della giustizia ha manifestato con veemenza tutta la sua indignazione contro chi qualifica addirittura naziste, evocando così le deportazioni dell’Olocausto, le politiche sui migranti del governo italiano. In effetti, forse il confronto è eccessivo, eppure il ministro dovrebbe ricordare sia la recente storia italiana e […]
Commenti - 21 Gennaio 2019

Anche nell’Impero c’era il problema dei tifosi violenti

Tessalonica, 390 d.C. Un auriga assai popolare aveva tentato di sedurre un giovane servitore di Butheric, magister militum per Illyricum, massima carica militare e preposta all’ordine pubblico. Denunziato in base alla legge contro la prostituzione maschile, l’auriga fu arrestato per ordine di Butheric. La decisione scatenò l’ira dei tifosi che, vistasi rifiutata la scarcerazione alla […]
Società - 14 Gennaio 2019

Proscrizione, vizio antico che colpì anche Cicerone

“Ottaviano, divenuto potente e ottenuto il consolato, lasciò perdere Cicerone e divenne amico di Antonio e Lepido: unì le sue forze con le loro e con loro divise il massimo potere. Così furono proscritti più di 200 uomini che si volevano mandare a morte. Grandissima discussione provocò l’iscrizione di Cicerone nelle liste: Antonio asseriva che […]
Commenti - 24 Dicembre 2018

Non c’è Ottaviano e neppure Antonio, ma è notte fonda

In una lettera all’amico Attico, Cicerone descriveva l’esplosivo clima politico di Roma un mese dopo le Idi di marzo del 44 a.C.: guardie del corpo, veterani minacciosi, condizioni di pericolo per i cesaricidi, bande scorazzanti per le vie della città, pesanti condizionamenti della vita politica istituzionale (Lettere ad Attico 14.5). Il 14 maggio, sempre Cicerone […]
Società - 17 Dicembre 2018

Papiri vecchi e nuovi: sempre occhio ai falsari

“Nello stesso anno (181 a.C.), in un campo ai piedi del Gianicolo di proprietà dello scriba Lucio Petilio, alcuni contadini trovarono due arche di pietra. Entrambe recavano iscrizioni in caratteri latini e greci; una diceva che in quell’arca era sepolto Numa Pompilio, figlio di Pompo e re dei Romani, l’altra che conteneva i libri di […]
Commenti - 10 Dicembre 2018

Ecco i gilet gialli, come i Bagaudi della Gallia antica

La Francia, antica Gallia, è sempre stata terra di ribellioni, sedizioni, sommovimenti. Nell’antichità fu teatro delle famose rivolte dei Bagaudi (bacaudae, termine probabilmente derivato dal bretone bagad indicante “banda”, “truppa”), che infiammarono il nord sino alle sponde della Loira impegnando severamente l’impero romano. Alla base del movimento dei bacaudae stava la grave crisi economica nelle […]
Commenti - 3 Dicembre 2018

Deficit pil, niente di nuovo: il governo parla come i latini

“Hic manebimus optime”. Dopo il sacco di Roma per mano dei Galli (IV sec. a.C.), il Senato affrontò il dilemma se lasciare la città in rovine e trasferirsi a Veio o ricostruirla. Mentre i patres discutevano, si verificò un fatto determinante. Racconta Tito Livio: “Troncò ogni incertezza una voce opportunamente levatasi, allorché, mentre poco dopo […]
Società - 26 Novembre 2018

Aborto, servirebbe dar retta a Sorano e al suo buon senso

Nell’èra dell’informazione spazzatura, dell’odio, dello scandalismo a ogni costo, le belle notizie non sono notizie e non vengono diffuse perché non scatenano pulsioni aggressive, non assicurano like. Eppure, capita che qualcuna buchi la spessa coltre del disinteresse, come quella relativa al sacrosanto licenziamento del medico obiettore per omissione di assistenza. Il caso è accaduto a […]
Società - 19 Novembre 2018

Supplica del 1785 per la circolazione libera dei libri

Quando si redigono “liste” un brivido corre sempre lungo la schiena, perché la Storia è ricchissima di liste. Non parliamo di semplici e innocui elenchi, seppure anche questi talvolta possano essere nefasti, come quelli delle opere d’arte o dei libri razziati dagli invasori e conquistatori di terre. Parliamo, per esempio, di liste di proscrizione, come […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×