Non viene ancora contato tra i sussidi alle energie fossili, perchè entrerà in azione dal 2022, ma il “capacity market” all’italiana fa storcere il naso a molti osservatori. Quindici miliardi di euro da spendere in 15 anni, due aste già aggiudicate ai soliti noti: Enel, Edison, Eni, per 1,3 e 1,5 miliardi, solo per i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Altro che Green deal, in Ue miliardi ai grandi inquinatori

prev
Articolo Successivo

L’inchino al re del cemento. Di Maio e quella memoria corta

next