“Chi sono io? Una persona normale che ha trovato nella vita delle opportunità pazzesche, e siccome sono curiosa, le ho prese tutte”. Prese e vissute. Prese, a volte subìte, sintetizzate per capire, cambiare se necessario, e crescere. Sydne Rome è un romanzo dietro i suoi occhi azzurri, di un azzurro profondo, grandi, non solo sinceri, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Le “nonnine di Delhi” in rivolta: “Basta discriminare le minoranze”

prev
Articolo Successivo

Tra l’Emilia e la Mongolia non è più “Tabula rasa”

next