Le banche, è risaputo, prestano denaro e prosperano con la restituzione di capitale e interessi. Da sempre, la cultura di sana amministrazione insiste sulla prudenza del prestito e sul controllo della solvibilità del debitore per tutta la durata del prestito. Certamente fatti economici sistemici come le crisi economiche creano le condizioni di aumento delle insolvenze, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Alitalia, chiusa l’inchiesta. Tremano gli ex vertici

prev
Articolo Successivo

Soldatessa suicida. “Nessuno cura i depressi in divisa”

next