Succede nell’editoria come nella società: ci sono i libri per la prima infanzia, quelli per young adults, i romanzi rosa per donne, per lo più abbastanza giovani come le loro protagoniste. E poi nulla, il buio, sebbene le donne dopo i sessanta – che insieme ai loro coetanei uomini rappresentano il 23 per cento della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Ferie d’agosto, lontano miraggio per rider e liberi professionisti

prev
Articolo Successivo

Sicilia, la Bollywood del Mediterraneo. Il grande sogno del sindaco di Militello

next