Cari lettori del mio cuore sensibile, se non mi piglio una vacanzella mi friggono i neuroni superstiti. Ma come ogni anno non vi abbandono, riproponendo una “Antologica d’agosto” delle strip da voi più apprezzate, a giudicare dai social implacabili. Questa andò particolarmente forte, proponendo con drammatica evidenza una problematica diciamo intima e viscerale che affliggeva, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Tutti ai piedi di Van Gogh: più che un pittore, un brand

prev
Articolo Successivo

Svelato il giallo del monastero: il monaco ha ucciso l’abate

next