Una spontanea comunione di ostili intenti nell’ipotesi migliore, un illecito accordo occulto in quella peggiore. Il punto sono i Piani individuali di risparmio (Pir), una formula in vigore dal 2017, che esenta i risparmiatori da varie imposte. Bisogna investire in titoli di imprese anche medio-piccole, rispettando determinate regole, fra cui in particolare mantenere l’investimento per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Pellegrini di Napoli, è rischio chiusura

prev
Articolo Successivo

Quelle avventure creative di Olivetti e di Carlo Scarpa

next