Schiavi delle password, digitiamo tutto il giorno codici senza senso

Siamo assuefatti a questa dipendenza: proteggiamo mail, foto e documenti personali, nemmeno avessimo l’Nsa o qualche spia russa alle calcagna
Schiavi delle password, digitiamo tutto il giorno codici senza senso

Alle 8 del mattino ho già inserito la terza password cioè parola-chiave anche se a dire il vero le prime due erano Pin cioè serie di numeri (6 per avviare l’iPhone, 4 per la scheda Sim), mentre l’ultima era la parola alfa-numerica che avvia il computer. Manco avessimo, io e tutto l’Occidente libero, l’Nsa alle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.