Il turismo invadente e rapace di vongole, vespe, cimici e batteri

Cristina Acidini, ex soprintendente, rivendica la primogenitura del progetto di spostare il “Ratto delle Sabine” dentro al museo. Capito, Eike Schmidt?
Il turismo invadente e rapace di vongole, vespe, cimici e batteri

Altro che turisti low cost, questi viaggiano in business class: arrivano dall’America, dal Giappone, addirittura dal deserto, volando leggeri e sans-papiers. Tecnicamente sono migranti climatici, ma si atteggiano da ospiti ricchissimi, cafoni e rapaci, peggio dei magnati russi in Versilia o degli sceicchi arabi in Costa Smeralda: sono centinaia, sono milioni, è l’esercito del turismo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.