Consob, è già scontro su Nava

Il neopresidente nega incompatibilità con il distacco da Bruxelles perché, in quanto funzionario Ue, a lui non si applica la legge italiana. I commissari si rivolgono agli uffici giuridici
Consob, è già scontro su Nava

La nomina di Mario Nava a neopresidente della Consob è già sotto giudizio. Ieri mattina ha fatto il suo esordio alla guida dell’Authority a Milano lasciando di stucco i commissari, che hanno così deciso di rivolgersi agli uffici giuridici per dirimere una vicenda oramai surreale. “Dichiaro sul mio onore che non esistono incompatibilità”, ha spiegato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.