Al petrolchimico di Ottana (Nuoro), che cinquant’anni fa promise il riscatto industriale alla miseria della Sardegna centrale, sono morti di amianto in 137, altri 160 sono gravemente ammalati. La Cgil ha messo in campo il segretario confederale Maurizio Landini per chiedere giustizia e, soprattutto, un risarcimento per vittime e vedove: “La salute e la sicurezza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Consob, è già scontro su Nava

prev
Articolo Successivo

Più Comey che guerra ad Assad. Trump nella trappola di Putin

next