Il ministro della Transizione digitale, Vittorio Colao, a Cernobbio l’ha messa così: “L’appassionante dibattito sulla rete unica, un unicum in Europa, lo lascio ad altri. Il mio lavoro è assicurarmi che in Italia nel 2026 fibra e 5G arrivino ovunque”. L’ex manager di Vodafone pecca di modestia: quel dibattito è alimentato dal silenzio suo e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La nausea Mondiale ogni 2 anni? No grazie, dopo il flop di Nations e Conference League

prev
Articolo Successivo

Pechino “rompe” le sue Big Tech a partire da Jack Ma

next