L’annuncio del ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani sull’aumento fino al 40% delle bollette non sembra aver lasciato spazio ad ambiguità: si deve andare avanti con l’energia fossile perché la transizione costa. “Va fatta senza indugi e con sacrifici enormi, però non può essere fatta a spese delle categorie vulnerabili”, ha aggiunto il ministro. Ma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Addio atomo, la passione del ministro rimane il gas

prev
Articolo Successivo

Finalmente! Il capro espiatorio è servito

next