Michaelle Rigodon, Aljoscha Krause e Sonia Jalda sono infermieri. Lavoravano per le tre più grosse società di residenze sanitarie per anziani d’Europa. Raccontano le stesse storie: “I residenti erano trattati come pezzi di fabbrica. Molti lavoratori gettavano la spugna avviliti”, dice Michaelle a proposito della Rsa Anatole France in Alvernia, Francia, proprietà di Orpea. “Avevo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Vaccini&omofobia, il caos: come affondare il ddl Zan e litigare sul “green pass”

prev
Articolo Successivo

In Italia pochi fondi e addetti: i privati avanzano (e anche il degrado)

next