Da quando 18 anni fa l’ex primo ministro Silvio Berlusconi venne invitato al matrimonio del figlio dell’attuale presidente turco, allora premier, Recep Tayyip Erdogan, in qualità di testimone dello sposo, i rapporti tra il nostro Paese e Ankara sono diventati sempre più stretti. Ora le diplomazie sono al lavoro per smussare la tensione tra Italia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

E nel frattempo Stellantis (fu Fiat)…

prev
Articolo Successivo

Addio al principe che disse: “Sono solo una fottuta ameba”

next