Il Principe è morto, lunga vita alla Regina. Esce dal palcoscenico mondiale come ci è entrato, Philip: un passo indietro rispetto a Elisabetta, con il Regno Unito che ora piange per lei, per la sua inimmaginabile solitudine, dopo 73 anni con quest’uomo bellissimo, spigoloso, sfavillante e imbarazzante, pessimo padre, forse marito infedele, ma colonna della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Erdogan, il dittatore “necessario”

prev
Articolo Successivo

Altro che gli Usa, Kim teme di più la fame nera

next