La semiotica considera “testo” il prodotto di ogni sistema semiotico (linguistico, visivo, gestuale, musicale, filmico, &c.), e ne analizza la struttura, la porzione di enciclopedia cui si riferisce, l’atto che compie in un contesto. La psicanalisi, a sua volta, indaga sui perché. Se i modelli interpretativi sono innumerevoli, a un comico interessano solo quelli operativi, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Tigray, lo stupro come rappresaglia

prev
Articolo Successivo

“Quel giorno che salvai gli elenchi P2 dall’oblio”

next