/ di

Vincenzo Iurillo Vincenzo Iurillo

Vincenzo Iurillo

Giornalista

Sono nato nel 1970 e ci misi un po’ per capire che il giornalismo era la mia strada. Iniziai a farlo sul serio a 26 anni: tanta gavetta, pezzi di cronaca locale, bianca, giudiziaria, un contratto che non arrivava mai e arrivò quando mi stavo disamorando del mestiere, piccoli scoop, un’intervista del 1997 a due pm della Procura di Torre Annunziata sulla riforma dell’articolo 513 del codice di procedura penale di cui sono fiero ancora oggi: era bellissima e anticipò di due anni le nefaste conseguenze che la modifica normativa ebbe sul processo alla Tangentopoli sorrentina.

Già. Vivo in costiera sorrentina e non ho mai voluto lasciare il mio paesello. La mia casa è qui e nulla mi strapperà a questo destino. Nel 2009 ho scritto con Bruno De Stefano un libro, “La Casta della Monnezza” (Newton Compton), col quale abbiamo fatto il pelo e il contropelo alle nefandezze della classe politica campana, una delle più inette e compromesse del mondo. Collaboro al Fatto Quotidiano e a ilfattoquotidiano.it sin dall’inizio.

Articoli In Edicola di Vincenzo Iurillo

Cronaca - 22 Febbraio 2019

Ma quale complotto, Scafarto fu approssimativo

Ma quale complotto contro Matteo Renzi, di nuovo evocato dall’ex premier nel suo ultimo libro. Sul punto la Cassazione è chiara: gli errori, indiscutibili, commessi dal maggiore dei carabinieri del Noe, Gianpaolo Scafarto, nelle indagini Consip e nella stesura dell’informativa del 9 gennaio 2017 alle Procure di Napoli e Roma, e in particolare l’attribuzione di […]
Cronaca - 20 Febbraio 2019

“Pentiti da bruciare”, scoperti gli autori: due sono minorenni

Parlò di “schifosa circostanza”, l’assessore alla Legalità Gianpaolo Scafarto, il carabiniere del caso Consip prestato alla giunta di Castellammare di Stabia (Napoli), riferendosi al falò della notte dell’Immacolata di una catasta di legno con un manichino e lo striscione “così devono morire i pentiti abbruciati”. Avvenne pochi giorni dopo una quindicina di arresti contro il […]
Cronaca - 17 Febbraio 2019

Camorra, preso Ciro “My Way” Rinaldi, il teorico delle “stese”

Si deve al clan Rinaldi l’inizio delle ‘stese’ a Napoli, sparatorie senza un bersaglio preciso, in aria o nel mucchio, per seminare terrore e imporre rispetto. Ieri i carabinieri del Nucleo investigativo hanno catturato Ciro Rinaldi “My Way”, il boss del clan che sta animando una faida contro i rivali storici del clan Mazzarella per […]
Cronaca - 16 Febbraio 2019

La banda del Nokia e la grande truffa del concorso per la polizia penitenziaria

I tre arresti eseguiti ieri al termine dell’inchiesta del pm di Napoli Giancarlo Novelli e del Nucleo tributario della Finanza partenopea, agli ordini del colonnello Domenico Napolitano, mettono il timbro a un dato: il concorso per agenti di polizia penitenziaria che si svolse dal 20 al 22 aprile 2016 alla Fiera di Roma fu un […]
Italia - 15 Febbraio 2019

Corriere della cocaina a tredici anni: “Adesso viene Aurora, sotto il balcone”

La chiameremocon un nome di fantasia, Aurora. È poco più di una bambina, ha solo 13 anni quando la madre e il suo compagno la utilizzano come strumento per consegnare la cocaina senza rischi e per eludere i controlli. Ora che non ha nemmeno 17 anni e mamma e patrigno sono stati arrestati, Aurora è […]
Cronaca - 14 Febbraio 2019

Mafie in Italia, i nuovi boss sono sempre più giovani

La mafiaè sempre più giovane. Cala di molto l’età media dei boss. Non c’è solo la paranza dei bambini a Napoli. La nuova tendenza della criminalità organizzata attraversa le mafie di tutto lo stivale, con il sempre più cospicuo reclutamento tra minori ed adolescenti, una “vera e propria deriva socio-criminale”. Il racconto delle 514 pagine […]
Cronaca - 13 Febbraio 2019

Salerno, chiude “La Città” di Salerno”

Leditore de La Città di Salerno scioglie la società dopo aver messo al riparo la testata dentro un’altra società schermata, sbarra le porte della redazione ai giornalisti che tornavano al lavoro dopo 10 giorni di sciopero, termina le pubblicazioni e avvia le procedure per la messa in mobilità dei 13 redattori, di cui 4 appena […]
Cronaca - 10 Febbraio 2019

Raccomandati dalla politica in Acea, i 5 Stelle contro i pm: “Inchiesta troppo lenta”

Si scrive Gori si legge Acea.Le due società per azioni, la prima operante in Campania in partnership con la multility romana dell’acqua e dell’energia, sono state il braccio e la mente di centinaia di assunzioni in Gori di raccomandati della politica locale per gestire il servizio idrico integrato in 76 comuni tra le province di […]
Cronaca - 9 Febbraio 2019

Napoli, la grande abbuffata dei posti nella (vecchia) Acea

La società mista campana Gori spa, controllata di fatto da Acea, la multiservizi di Roma, e assegnataria della gestione del servizio idrico tra le province di Napoli e di Salerno, assunse centinaia di persone soltanto perché segnalate dai politici locali. E lo fece su ordine dell’allora Ad Stefano Tempesta, scelto da Acea, e da altro […]
Politica - 9 Febbraio 2019

I giudici: “Ecco perché non dovevano togliere le inchieste a De Magistris”

Nel 2007 il pm di Catanzaro Luigi de Magistris si vide sottrarre le inchieste Poseidone e Why Not, sugli affari intorno alla depurazione delle acque e ai finanziamenti regionali alle imprese, con provvedimenti che la Corte d’Appello di Salerno ha giudicato “illegittimi”. Quei provvedimenti furono compiuti “in violazione dei doveri di astensione” nel primo caso, […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×