Prescrizione, riforma del Csm, processo penale e civile: si cambia ma non troppo, almeno così dice la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, senza buttare via quanto fatto da Alfonso Bonafede. La prima volta della ministra in Commissione Giustizia della Camera è improntata all’ecumenico spirito di unità nazionale: “Il lavoro svolto non va vanificato ma arricchito […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

L’Italia rossa tra strade deserte e controlli

prev
Articolo Successivo

+Europa? Non sa quanti iscritti ha

next