Un arbitrato privato “è una roulette russa”, dice l’Avvocato di Stato Giacomo Aiello che difende l’Italia contro la società britannica Rockhopper per il progetto di estrazione di petrolio Ombrina Mare, interrotto dal governo Renzi nel 2016. “Con gli arbitrati non c’è l’obbligo di seguire la giurisprudenza, non c’è una gerarchia delle fonti, ogni caso può […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Energia, il trattato Ect ingabbia gli Stati: guai a fermare i progetti

prev
Articolo Successivo

Alberi, grande affare. I colossi li comprano per poter inquinare

next